Barumini . Net

Il sito per chi ama Barumini

  • RSS
  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter

Cultura, premiato Barumini

Pubblicato da Redazione 4 Ottobre 2011

Al Comune riconoscimento per la gestione del patrimonio

Al Comune di Barumini il Premio “Cultura di gestione” per la valorizzazione del patrimonio culturale. L’importante riconoscimento è avvenuto a Roma in occasione della Conferenza nazionale degli assessori alla Cultura e al turismo italiani. A decretarlo è stata una giuria presieduta da Roberto Grossi di Federcultura, rappresentanti del ministero per i beni e le attività culturali, conferenza delle Regioni, Associazione nazionale dei Comuni italiani, Unione delle Province d’Italia, Legautonomie, Legambiente e Centro turistico studentesco e giovanile. Le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del Premio speciale Legambiente “Piccola Grande Italia” al paese della Marmilla, sono state: «Barumini ospita il monumento simbolo dell’architettura e della civiltà della Sardegna preistorica, il nuraghe Su Nuraxi sito Unesco dal 1997. Da questo ha saputo trarre ispirazione e l’elaborazione di un vero piano strategico di salvaguardia, fruibilità, sviluppo turistico ed economico e occupazione. La Fondazione Barumini sistema cultura rappresenta la più importante azienda sarda nel settore dei beni culturali, garantendo occupazione a 63 dipendenti».
Barumini è risultato tra le sei migliori esperienze italiane nel campo della gestione e della valorizzazione del patrimonio culturale, tra gli oltre cento progetti candidati al bando da parte di amministrazioni locali, associazioni, aziende, fondazioni e istituzioni. Soddisfatto il sindaco di Barumini Emanuele Lilliu: «È un riconoscimento per il lavoro propositivo e innovativo che abbiamo svolto in questi anni tramite la Fondazione sistema cultura. Un premio per i piccoli Comuni virtuosi che riescono a creare sinergie importanti nel creare occupazione e sviluppo tramite la gestione del patrimonio culturale. Siamo una delle poche realtà in Italia dove si può vivere anche di cultura.

Fonte: Unione Sarda, Martedì 04 ottobre 2011

Comments are closed.