Barumini . Net

Il sito per chi ama Barumini

  • RSS
  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter

«Valorizziamo i beni culturali»

Pubblicato da Redazione 1 Settembre 2011

Partecipato dibattito su come promuovere una risorsa spesso sottovalutata

Il sindaco: la Fondazione gestisce i monumenti con 67 dipendenti

Una potenzialità enorme che resta inespressa. Ecco cosa rappresentano i beni culturali in Marmilla. È emerso dall’incontro dibattito “Beni culturali. Promozione, valorizzazione, accoglienza. Quale futuro” svoltosi all’ex Convento Cappuccini, organizzato dai Circoli del Partito Democratico, coordinato dal giornalista Andrea Frailis. «I fondi regionali per questi anni devono servire al rilancio del territorio, ampliando l’offerta per i turisti, tramite un’Agenzia di sviluppo in accordo con l’Unione dei Comuni», spiega Daniela Figus presidente del Consorzio Turistico Sa Corona Arrubia. «I beni culturali, se gestiti in maniera professionale, possono essere un volano di sviluppo. A Barumini, la Fondazione che gestisce i nostri monumenti ha 67 dipendenti», aggiunge il sindaco di Barumini Emanuele Lilliu. L’imprenditore turistico, Pierangelo Cadoni del Parco Sardegna in Miniatura, che tra l’altro ospita il museo dell’astronomia e planetario, sollecita gli amministratori regionali: «Non esistono mezzi pubblici adeguati per portare i turisti in Marmilla. Alle migliaia di croceristi che arrivano a Cagliari non è consentito uscire dalla città. Andare in Egitto e non visitare le Piramidi è come arrivare nell’Isola e non visitare i nuraghi». Mentre Alberto Pusceddu del comitato culturale Nessuno a Casa pone un problema: «Mettere in sicurezza i 470 operatori che in Sardegna da 25 anni lavorano nell’incertezza a gestire musei, aree archeologiche e ambiente». Tante le criticità, ma altrettante sono le proposte di politici, amministratori locali e addetti del settore. Tra le più significative, emerge quella del Partito Democratico in Consiglio regionale, primo firmatario Tarcisio Agus: una legge sull’Istituzione della Fondazione patrimonio culturale della Sardegna.

Fonte: Unione Sarda, Giovedì 01 settembre 2011

One Response so far.

  1. […] «Valorizziamo i beni culturali»  » http:// http://www.barumini.net […]